AVVISO APERTURA ISCRIZIONI /IMMATRICOLAZIONI

Le iscrizioni al corso di Recitazione

(solo per allievi in corso e allievi che hanno superato gli esami di ammissione a.a. 2019/2020)

possono essere effettuate entro il 3 novembre 2019

Vademecum Immatricolazioni 2019-2020

Vademecum Iscrizioni 2019-2020

 

 

 

CALENDARI DIDATTICI A.A. 2019/2020

 

L’Accademia è l’unica istituzione pubblica di istruzione superiore in Italia destinata a corsi di formazione di attori e registi, è finanziata dal Ministero dell’Università e della Ricerca e dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Silvio d’Amico fondò non soltanto l’Accademia d’Arte Drammatica, ma anche un’idea di teatro: superando il modello teatrale incentrato esclusivamente sull’arte del grande attore, introdusse l’interpretazione moderna, basata sull’armonica relazione di tutti gli elementi che contribuiscono a formare uno spettacolo. Da qui il concetto di “regia”, che l’Accademia ebbe il merito di importare nel panorama teatrale italiano. L´Istituzione, d´avanguardia sin dall’origine, è tuttora in continua trasformazione, aperta e pronta ad accogliere le esperienze e le ricerche espressive più diverse, nella convinzione che il confronto con poetiche e scelte stilistiche anche lontane sia un arricchimento di ogni percorso formativo. Nei suoi ottant´anni di vita, l´Accademia ha visto generazioni di artisti affermarsi nel panorama nazionale e internazionale contribuendo così al prestigio non solo del teatro ma anche del cinema italiano.

Tra gli attori che si sono formati in Accademia: Anna Magnani, Vittorio Gassman, Nino Manfredi, Tino Buazzelli, Paolo Panelli, Bice Valori, Rossella Falk, Gianrico Tedeschi, Glauco Mauri, Monica Vitti, Ilaria Occhini, Gian Maria Volontè, Umberto Orsini, Roberto Herlitzka, Carlo Cecchi, Giancarlo Giannini, Michele Placido, Remo Girone, Anna Marchesini, Sergio Castellitto, Margaret Mazzantini, Sergio Rubini, Massimo Popolizio, Maria Paiato, Luca Zingaretti, Margherita Buy, Sabina Guzzanti, Alessio Boni, Luigi Lo Cascio, Fabrizio Gifuni, Pierfrancesco Favino, Claudio Gioè, Lino Guanciale, Francesco Montanari, Francesco Scianna, Michele Riondino, Luca Marinelli, Silvia d’Amico, Lucrezia Guidone, Fabrizio Falco e Marco Palvetti.

Per accedere al corso triennale di Recitazione è previsto un esame di ammissione a numero chiuso disciplinato da apposito bando di concorso, che viene pubblicato di anno in anno sul sito web istituzionale. Il Consiglio Accademico dell’Istituzione programma il numero degli allievi ammissibili, le modalità di selezione per l’ammissione al corso ed i criteri di valutazione delle prove selettive. Il corso prevede l’obbligo di frequenza a tutte le materie e l’obbligo di partecipazione a tutte le attività formative, di ricerca e di spettacolo programmate dall’Accademia.
Al termine del corso di studi di Recitazione si consegue il Diploma Accademico di I livello in Recitazione ( codice DADPL02), equipollente ad un Laurea di primo livello della classe L-3 (Laurea triennale in Discipline delle arti figurative, della musica, dello spettacolo e della moda).

I candidati ammessi all’Accademia possono beneficiare dei servizi per il diritto agli studi universitari (borse di studio, mensa, residenze e contributo alloggio) partecipando al bando LAZIODISCO entro i termini stabiliti dall’Ente regionale.