CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI II LIVELLO IN RECITAZIONE

 

Bando del concorso di ammissione

al Corso di Diploma di II Livello di Recitazione

a.a 2019/2020

 

Art.1 – REQUISITI E MODALITÀ                                                                                                    

Art.2 – PROVA DI AMMISSIONE

Art.3 – CONTRIBUTO ACCADEMICO E TASSE SCOLASTICHE  AMMISSIONE                          

Art.4  DOMANDA DI AMMISSIONE – termini e modalità                                                       

ART.5  AMMISSIONE CON RISERVA

Art. 6 –  COMMISSIONI ESAMINATRICI E CRITERI DI VALUTAZIONE                                        

ART. 7  ISCRIZIONE AI CORSI                                                                                                                        

 

 

 

 

 

Art.1 – REQUISITI E MODALITÀ

 

  1. La sezione di concorso per il corso di Diploma di II Livello in Recitazione è destinata a coloro che intendano essere ammessi all’ANAD nella piena qualifica di ALLIEVO ATTORE, con i diritti e gli obblighi che ne conseguono normati nel Regolamento didattico. I corsi durano due anni e prevedono l’obbligo di frequenza a tutte le materie e l’obbligo di partecipazione a tutte le attività formative, di ricerca e di spettacolo programmate dall’Accademia.

 

  1. Le procedure selettive sono volte a individuare i migliori candidati per i 12 posti disponibili che saranno ammessi alla frequenza del I anno del Corso di Recitazione in qualità di allievi attori.

 

  1. Sono riservati 3 posti per candidati stranieri partecipanti al concorso per il corso di Recitazione che dovranno sostenere le identiche fasi concorsuali dei candidati italiani per essere ammessi al corso con la qualifica di ALLIEVO ATTORE.

 

  1. Al termine del corso viene conseguito il Diploma Accademico di secondo livello in Recitazione.

 

  1. Requisiti per accedere al Concorso di ammissione: essere cittadini italiani muniti di diploma dell’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio d’Amico” di Primo Livello o diplomi di Primo Livello rilasciati da Istituzioni formative di rilevanza nazionale che operino nei settori dell’audiovisivo, cinema, teatro e danza, che abbiano ottenuto il riconoscimento dell’equipollenza del titolo dal MIUR – Dipartimento per la formazione superiore e la ricerca ai sensi del Decreto Interministeriale n. 941 del 22/12/2015, o da cittadini stranieri forniti di titolo di studio equipollente.

 

  1. Sono inoltre disponibili 2 posti per candidati uditori, che siano in possesso di diplomi di studio triennali rilasciati da Scuole, Accademie e Istituzioni formative di rilevanza nazionale che operino nei settori dell’audiovisivo, cinema, teatro e danza, che non abbiano ottenuto il riconoscimento dell’equipollenza del titolo dal MIUR o siano in corso di riconoscimento. I candidati dovranno  sostenere le identiche fasi concorsuali per essere ammessi al corso con la qualifica di ALLIEVO ATTORE UDITORE, qualifica che non prevede il rilascio del diploma accademico di II livello.

 

  1. Ai Candidati, sia italiani sia stranieri, è richiesta una perfetta conoscenza della lingua italiana, parlata e scritta, che sarà verificata dalle Commissioni d’esame contestualmente alle prove di ammissione.

 

  1. La sezione di concorso si svolge in un’unica fase di selezione, e viene superata  col raggiungimento del voto minimo 24/30 (ventiquattro trentesimi); le articolazioni della fase di selezione sono indicate nell’art. 2.

 

>>Torna all’indice

 

Art.2 – PROVA DI AMMISSIONE

 

PROVA AMMISSIONE RECITAZIONE

La Prova di Ammissione al diploma di II livello del corso di recitazione  è prevista  tra il 14 e il 21 ottobre 2019, in data che verrà pubblicata sul sito e comunicata  per mail ai candidati, e consiste nelle seguenti prove:

 

ARTICOLAZIONE DELLA SELEZIONE

Prova di recitazione/dialogo

Il Candidato dovrà interpretare il ruolo principale in una scena in prosa dialogata della durata massima di 4 minuti, tratta da un’opera in lingua italiana o tradotta in lingua italiana purché di Autore di chiara fama, antico o contemporaneo.

 

  1. Sono esclusi testi vernacolari o dialettali che non siano iscrivibili nella tradizione drammaturgica europea (sono ammessi, ad esempio: Ruzante, Goldoni, Eduardo De Filippo), testi in lingua straniera e testi di tipo gestuale o pantomimico. Sono escluse anche “opere prime” inedite. Il Candidato si gioverà dell’aiuto di una o più “spalle” anch’esse di sua scelta, che interpretino gli altri ruoli previsti dalla scena.
  2. Le Commissioni potranno interrompere in qualunque momento la prova del Candidato, o intervenire durante la stessa con osservazioni e suggerimenti.

 

  1. Il candidato che dovesse cambiare il brano prescelto sottoporrà la nuova scelta all’atto dell’esame. Le commissioni si riservano di accettare o meno, a loro insindacabile giudizio, il cambio proposto dal candidato, una volta verificatane la conformità ai criteri stabiliti dal presente bando.

 

  1. La commissione si riserva la possibilità di sentire i candidati su prova su parte, comunicando il testo in anticipo sulla data della selezione prevista o riconvocando i candidati ad una seconda fase di selezione.

 

  1. Prova di espressività vocale e fisica

Il Candidato dovrà cantare un breve brano musicale a sua scelta, di cui porterà la base musicale su Cd.

 

La Commissione potrà chiedere al candidato una composizione di movimento  con o senza base musicale. La Commissione potrà richiedere variazioni e improvvisazioni a partire dalla composizione proposta.

 

Le Commissioni potranno interrompere in qualunque momento la prova del Candidato, o intervenire durante la stessa con osservazioni e suggerimenti.

 

Le votazioni e le conseguenti ammissioni verranno rese note con affissione all’Albo Accademico e contemporaneamente pubblicate sul sito dell’Accademia entro mercoledì 23 ottobre 2019.

 

 

  1. Il Candidato dovrà presentarsi alle prove d’esame, munito di un documento di riconoscimento valido, alle ore 09.00 del giorno fissato per le sue prove, per un primo appello. Un secondo appello è previsto alle 10:30. Ove risulti assente anche al secondo appello verrà considerato rinunciatario ed escluso da tutte le prove d’esame.

 

  1. Ai Candidati è raccomandato un abbigliamento semplice e adatto alle prove da sostenere. Le prove si svolgeranno a Roma, presso la Sede centrale dell’Accademia in via Vincenzo Bellini, 16 o presso altra sede messa a disposizione dal Teatro di Roma.

 

  1. Non è consentito presentare domande per più di una sezione di concorso per lo stesso Anno Accademico.

 

  1. Il calendario delle prove d’esame e le relative convocazioni dei candidati verranno affissi all’Albo Accademico e contemporaneamente pubblicate sul sito dell’Accademia entro il 20 settembre 2019.

Spetta al Candidato farsi parte diligente onde prendere conoscenza in tempo     utile della data del proprio esame.

 

  1. L’Accademia provvederà all’accertamento della veridicità delle attestazioni rese per quanto riguarda le condizioni di ammissibilità. In caso di mendaci dichiarazioni saranno presi i provvedimenti previsti dalla legge.

 

>>Torna all’indice

 

 

Art.3 – CONTRIBUTO ACCADEMICO – TASSE SCOLASTICHE – MARCA DA BOLLO PER L’ESAME DI AMMISSIONE

 

Per sostenere l’esame di ammissione al corso di Recitazione è previsto il pagamento dei seguenti importi:

 

  1. Contributo per gli esami di ammissione di € 100 da versare al seguente conto intestato all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio d’Amico”, causale:

NOMINATIVO CANDIDATO –  contributo esami ammissione biennio Recitazione 2019/2020,

Banca Nazionale del Lavoro – Servizio di Tesoreria –

via degli Aldobrandeschi, 300 –  00163 Roma –

IBAN: IT 05 K 01005 03382 000 000 203010.

 

  1. Tasse scolastiche € 6,04 effettuato sul c/c postale n° 1016 intestato a: AGENZIA DELLE ENTRATE – CENTRO OPERATIVO DI PESCARA – TASSE SCOLASTICHE, causale:

 

NOMINATIVO CANDIDATO –  tasse scolastiche esami di ammissione biennio recitazione  A.A. 2019/2020”.

 

  1. I versamenti andranno effettuati entro il 30/09/2019 e andranno riportati, PENA ESCLUSIONE DALLA SELEZIONE, nella domanda on-line (in apposita sezione “Tasse”) inserendo gli estremi del pagamento e allegando i file delle scansioni.

 

  1. È richiesta, inoltre, una marca da bollo da € 16,00 che dovrà essere allegata alla domanda di ammissione mediante apposito Modulo per la dichiarazione di assolvimento dell’imposta di bollo: tale modulo, allegato al presente bando, va scaricato e compilato dal candidato, inserendo la marca da bollo nello spazio indicato e apponendo sigla e data  di presentazione.

 

  1. L’Amministrazione provvederà a verificare l’avvenuto versamento delle tasse previste nei termini indicati. Le domande prive dei suddetti versamenti verranno automaticamente non accolte.

 

  1. Si specifica che i suddetti contributi non verranno rimborsati in alcun caso.

 

>>Torna all’indice

 

Art.4 – DOMANDA DI AMMISSIONE – termini e modalità di presentazione

 

  1. Per partecipare alle prove di ammissione è necessario compilare in ogni sua parte l’apposita “domanda di ammissione” (modulo allegato a fondo bando o scaricabile dal sito accademiasilviodamico.it) e inviarla entro e non oltre il 30 settembre 2019 completa di ogni documento richiesto e firmata.

 

La domanda può essere inoltrata con le seguenti modalità:

 

  • Consegnata a mano alla segreteria didattica dell’Accademia presso la sede di via V. Bellini, 16;
  • Inviata a mezzo postale con ricevuta di ritorno, farà fede la data del timbro postale (in questo caso il candidato dovrà anticipare tramite mail l’intera documentazione all’indirizzo protocollo@accademiasilviodamico.it)
  • Inviata tramite pec all’indirizzo accademiasilviodamico@pec.it;

 

  1. TERMINI DI ISCRIZIONE ALL’ESAME DI AMMISSIONE

La scadenza di presentazione delle domande è fissata al 30 settembre 2019.

 

I candidati che entro al 30 settembre 2019 avranno trasmesso domande incomplete o prive dei versamenti richiesti, non saranno ammessi all’esame di ammissione.

 

ART.5 AMMISSIONE CON RISERVA (riservata ai diplomandi)

 

  • I candidati impegnati nel conseguimento del Diploma Accademico di I livello nell’a.a. 2018/2019 in sessione autunnale potranno comunque presentare domanda di ammissione con riserva entro e non oltre il 30/09/2019, tale riserva verrà sciolta non appena verrà fornita l’autocertificazione del possesso del titolo di studio.

 

 

>>Torna all’indice

 

Art. 6 –  COMMISSIONI ESAMINATRICI E CRITERI DI VALUTAZIONE

 

  1. La Commissione selezionatrice sarà nominata con apposito decreto direttoriale, su deliberazione del Consiglio Accademico.

 

  1. Il Consiglio Accademico delibera le modalità di attribuzione delle votazioni ai fini dell’ammissione definitiva ai corsi di Recitazione e Regia.

 

  1. Il Consiglio Accademico delibera, mediante estrazione a sorte, la lettera alfabetica dalla quale avrà inizio la convocazione dei candidati e sulla cui base verranno costituiti gli elenchi giornalieri, che per l’A.A. 2019/2020 è la lettera “Q”.

 

  1. Il giudizio della Commissione è insindacabile.

 

  1. Per quanto non esplicitamente indicato nel presente bando si fa riferimento alle norme generali vigenti in materia di pubblici concorsi in quanto compatibili.

 

>>Torna all’indice

 

ART. 7 – ISCRIZIONE AI CORSI

 

 

  1. I Candidati selezionati nel Concorso di Recitazione saranno ammessi al Primo Anno del Biennio di Recitazione A.A. 2019/2020. All’atto dell’iscrizione gli Allievi debbono prendere visione delle leggi e degli statuti che regolano i loro doveri e diritti in Accademia in particolare il Regolamento didattico e il Regolamento degli studenti.

 

  1. I Candidati ammessi dovranno iscriversi all’Accademia con apposita domanda di iscrizione online (disponibile sul sito dell’Accademia) entro e non oltre il 31 ottobre 2019.

 

  1. L’iscrizione è subordinata al pagamento delle tasse governative e di un contributo onnicomprensivo diviso per fasce reddituali in base a indicatore ISEE cosi come stabilito dal Regolamento in materia di contribuzione studentesca

 

  1. Non è consentita, in caso di ammissione all’Accademia, l’iscrizione e la frequenza presso altre facoltà universitarie. Lo studente ammesso che risultasse precedentemente iscritto presso un corso universitario dovrà produrre regolare domanda di trasferimento o congelamento o rinuncia agli studi.

 

  1. La frequenza è obbligatoria ogni allievo deve considerarsi, nell’arco del corso di studi in Accademia, a disposizione per tutte le attività, ordinarie e straordinarie, sia didattiche, sia di spettacolo, sia di sperimentazione.

 

  1. In applicazione alla L. 81/2001 in materia di tutela della salute e di sicurezza, si richiederà il rilascio da parte del medico curante di un Certificato Anamnestico di buona salute (il modello verrà fornito dalla segreteria didattica).

 

  1. Unitamente alla domanda di iscrizione andrà sottoscritta e consegnata un’apposita autorizzazione alla pubblicazione e utilizzo della propria immagine e dei propri dati personali (fornita dalla segreteria didattica), ai sensi della normativa vigente in materia di tutela della privacy.

 

>>Torna all’indice

 

 

 

Il Direttore

Prof.ssa Daniela Bortignoni