Sei in: AREA STAMPA / COMUNICATI STAMPA
Polanski sceglie Daniele Carta Mantiglia per il suo nuovo musical Le Bal Des Vampires

Daniele, allievo del II anno del corso di Recitazione, interpreterà il ruolo da protagonista in Le Bal des Vampires, che fu interpretato dal Maestro Polanski nell´omonimo film del 1967
Daniele Carta Mantiglia  protagonista di "LE BAL DES VAMPIRES"
Il MUSICAL DI ROMAN POLANSKI

in scena da ottobre 2014 a Parigi

diretto regista premio Oscar per il ruolo di Alfred
che fu di Polanski nel film del 1967

http://www.accademiasilviodamico.it/public/galleria1/025072014123608_media1.jpg

Nato a Mantova il 19 marzo del 1992, diplomatosi al Liceo Classico,
Daniele Carta Mantiglia sin da piccolissimo ha mostrato la sua
passione per il teatro, sognando una carriera da performer. Dopo il
ruolo di Narciso ne "Le Metamorfosi" di Ovidio, Dioniso ne "Le
Baccanti" di Euripide, J. Darling in "Peter Pan il musical", Romeo in
"Giulietta e Romeo", approda su un palcoscenico internazionale nello
spettacolo del premio Oscar Roman Polanski "Le Bal des Vampires",
adattamento in musical del film cult "Per favore, non mordermi sul
collo" del 1967, che per la prima volta approderà in Francia. Dal 16
ottobre, infatti, Daniele Carta Mantiglia calcherà il palcoscenico del
Theatre Mogador di Parigi, vestendo i panni di Alfred, ruolo interpretato nella versione cinematografica da Roman Polanski stesso.
Daniele, inoltre, è l´unico membro dei protagonisti ad essere italiano e
non madrelingua francese.
"Sono venuto a sapere che la Stage stava facendo i provini spiega
Daniele Carta Mantiglia -, tramite una collega che mi ha chiesto
informazioni sullo spettacolo, che io avevo già visto a Berlino nel
marzo del 2013. Ero rimasto folgorato da quello spettacolo e in
particolare dal ruolo di Alfred, che credo mi rispecchi sia vocalmente,
sia come carattere fisico e umano: è un giovane studente, timido e
affascinante, con molto humor. È, inoltre, inoltre assistente, un po´
goffo, del professor Abronsius.
Nel corso della storia si invaghisce di Sarah, figlia del locandiere che li
ospita, facendo di tutto pur di riuscire a trarla in salvo dal Conte Von
Krolock che insieme agli altri vampiri l´ha rapita per immolarla come
vittima sacrificale del ballo annuale dei vampiri! Lo spettacolo mi era
piaciuto a tal punto che infatti, dovendo partecipare l´aprile scorso ad
un contest internazionale di canto a San Pietroburgo, organizzato
dall´Accademia d´Arte Drammatica Statale con sede nella città, avevo
deciso di portare in versione inglese la canzone di punta del ruolo di
Alfred "For Sarah" con la quale mi sono aggiudicato il secondo posto.
Quando sono venuto a conoscenza che stava per essere realizzata la
versione francese (spinto anche dal fatto che conosco abbastanza
bene la lingua) ho deciso di informarmi e partecipare ai casting".
"La prima fase di audizione continua - consisteva semplicemente
nell´inviare il proprio curriculum, ruolo scelto e una demo musicale.
Successivamente mi hanno chiesto di inviare loro altro materiale
audio, ma in francese.
Dopo ancora una terza fase in cui ho dovuto registrare con una
telecamera una performance di "Pour Sarah" (la canzone di punta del
ruolo) in lingua francese (mi hanno inviato loro il testo), caricare il
materiale su un sito apposito per sostenere un provino a distanza e
attendere esito.
Dopo questa prima fase telematica quindi sono salito a Parigi per 3
incontri nell´arco di 1 mese, dove ho lavorato sulla pronuncia del
francese, sull´esecuzione musicale e sull´interpretazione della canzone
e all´ultima fase, ho cantato di fronte a Roman Polanski stesso, sul
palco del Teatro Mogador, con microfono e accompagnato dal pianista
della produzione. È stato un periodo lungo, intenso e difficile,
soprattutto perché per me era una cosa nuova sostenere un provino in
una lingua diversa dall´inglese, quindi per quanto fortunatamente non fossi proprio impreparato sulla lingua, inizialmente ero un po´
spiazzato. Anche perché sapevo che la regia e la scelta sarebbe stata
affidata a Polanski, che nel ´67 aveva interpretato il ruolo di Alfred,
quindi mi sentivo doppiamente in difficoltà.
Ma fortunatamente è andato tutto benissimo e non avrei mai
immaginato, sebbene lo sperassi con tutto me stesso, che avrei
potuto dire di essere nel cast principale dello spettacolo!".
LO SPETTACOLO
Lo spettacolo, realizzato nel 1997 dall´Unione dei Teatri di Vienna in
lingua tedesca, dopo essere stato messo in scena in 12 Paesi,
incantando più di 7,2 milioni di spettatori in tutto il mondo, arriva in
Francia dove si è svolta anche la conferenza stampa di presentazione
dello show lo scorso 17 marzo.
Il musical, prodotto dalla Stage Entertainment France (già proprietaria
del Theatre Mogador, dove in questi anni ha prodotto spettacoli come:
"Il Re Leone", "Mamma Mia", "Sister Act" e "La Bella e la Bestia",
attualmente in scena) vedrà sulla scena 11 cannoni sparaneve per
ricreare il paesaggio della Transilvania, 23 scenari e 36 artisti,
selezionati tra i più di 4000 candidati provenienti da tutto il mondo.
Il regista ha partecipato attivamente ai provini e selezionato
personalmente il cast insieme al suo entourage, inoltre ha rivelato che
sarà lui stesso ad allestire lo spettacolo e che vuole renderlo più
moderno del suo film uscito 46 anni fa.
Lo spettacolo sarà recitato interamente in francese.
LA TRAMA
Il professore Abronsius, autore di importanti studi sul fenomeno del
vampirismo giunge con il suo assistente Alfred nei pressi di un
castello della Transilvania abitato da un gruppo di vampiri, ospitato
dal locandiere Shagal. Spinto dalla sua curiosità, Abronsius penetra
nel castello insieme ad Alfred, il quale è intenzionato a portare in
salvo Sarah, la giovane figlia del locandiere, rapita dal conte Von
Krolock. Ma i due caduti ben presto prigionieri del conte, il quale è
intenzionato a trasformarli in vampiri ed associarli al suo gruppo,
attraverseranno una serie di peripezie, alcune delle quali esilaranti,
che li porteranno all´epilogo della storia.Ufficio Stampa Daniele Carta Mantiglia
Angela Iantosca
angela.iantosca@gmail.com
3665951626
Massimo Righini
massimo.righini@gmail.com
3473806217
 


Scarica   Comunicato stampa.pdf

 

Torna a Comunicati Stampa