Sei in: SAGGI E SPETTACOLI / SAGGI ESERCITAZIONI RECITAZIONE
peccato fosse puttana
PECCATO FOSSE PUTTANA
Saggio del III anno del corso di Recitazione

Regia di Valentino Villa. Dall´8 al 13 febbraio al Teatro Studio Eleonora Duse in via Vittoria, 6. Prenotazione obbligatoria

http://www.accademiasilviodamico.it/public/galleria1/128012016163747_media1.jpg

PECCATO FOSSE PUTTANA
di John Ford

Saggio del III anno del Corso di Recitazione
M° Valentino Villa

Teatro Studio "Eleonora Duse" Via Vittoria, 6 Roma
Dall´8 al 13 febbraio 2016

Lunedi 8 febbraio, alle ore 20, al Teatro Studio "Eleonora Duse" di Via Vittoria, debutta "Peccato fosse puttana", saggio del III anno del Corso di Recitazione, regia di Valentino Villa.
Lo spettacolo sarà replicato fino al 13 febbraio con due distribuzioni che si alternano, l´8 ed il 9 febbraio alle ore 20:00 e dal 10 al 13 febbraio alle ore 17:30 e alle ore 20:00.

Il progetto è uno studio sul testo elisabettiano "Peccato fosse puttana" di John Ford, nella traduzione di Nadia Fusini, condotto da Valentino Villa con gli allievi del III anno.

"Per Artaud è la tragedia di chi cerca la libertà nella rivolta assoluta dice il regista - in una vertigine che nulla potrà fermare. Giovanni e Annabella vengono dati in pasto ai nostri allievi attori come esempi di rivoltosi in cerca di uno scontro corpo a corpo con una società normativa, con un´autorità che sa solo minacciare, con un futuro che non fa più promesse. E nell´assenza dell´ombra del padre, amare una sorella e metterla incinta, spaccare una vetrina, lanciare sassi da un cavalcavia sono la stessa cosa? Cosa vuol dire sbandierare la norma per sfogare i propri istinti, la propria libido? Fino a che punto ci si può unire tra diversi per soffocare ogni istanza di diversità? Nello spazio scenico, l´apparizione finale di Giovanni con in mano il cuore appena strappato dal corpo della sorella è uno shock, una grande sfida. Possiamo chiederci di sospendere l´incredulità cui siamo costretti per credere che quella apparizione scenica sia, solo per un momento, un cuore, un vero cuore?"

Il progetto realizza la prima collaborazione tra l´Accademia e il Centro Sperimentale di Cinematografia: il M° Maurizio Millenotti guida le sue studentesse del Corso di Costume della Scuola Nazionale di Cinema CSC nell´allestimento dello spettacolo.

Nelle parole di Villa: Il lavoro condotto in collaborazione con il Maestro Millenotti e le sue talentuose e infaticabili allieve ha prodotto un´ulteriore occasione di riflessione. Il costume è il riverbero di un´epoca passata, un segno fittizio, uno specchio, che crea solo il simulacro di se stessi. Come se gli attori, e noi con loro, si aggirassero in un animato museo delle cere, dove è impossibile ogni appagamento.

Interpreti gli allievi del III anno del Corso di Recitazione, impianto scenico di Bruno Buonincontri, costumi a cura delle allieve del Corso di Costume diretto da Maurizio Millenotti, luci di Sergio Ciattaglia, trainer Marco Angelilli.

Costumi forniti da Tirelli Costumi; calzature fornite da Pompei.

Prenotazione obbligatoria al n. 366 6815543 - attivo dal 1 febbraio - dal lun. al ven. ore 10.30 -13.00 e 14.00-15.00

Ufficio stampa
Rosalba Ruggeri e Laura Belloni per PAV
PAV 06-44792823
Rosalba Ruggeri 338-8218803
Laura Belloni 349-1257101

-------------------------------------------------

Le gallery fotografiche sono di Tommaso Le Pera

 


Scarica   CS Peccato fosse puttana.doc
    CS Accademia e centro sperimentale.doc
    Hey Event
    Recensito
    Totalità
    Recensito - Intervista Crosato
    Recensito - Intervista Occhionero e Tanganelli
    Teatro e critica
    Elenco distribuzioni giornaliere.pdf
    Il Manifesto 10feb2016.pdf

 

Torna a Saggi Esercitazioni Recitazione